skip to Main Content
0564 453846 info@dentalcomp.it Via Aurelia Nord, 219 - Grosseto GR 58100
Diastema: Uno Spazio Tra I Denti Incisivi Da Correggere

Diastema: uno spazio tra i denti incisivi da correggere

Cos’è il diastema dentale, come viene classificato

In odontoiatria è molto comune l’avere a che fare con alcuni inestetisimi del cavo orale come il diastema dentale. Ma che cosa intendiamo esattamente con questo termine?

La sua etimologia deriva dal greco di{ást}ēma, ossia “intervallo”, “distanza”. Si tratta a tutti gli effetti di denti separati, uno spazio, una fessura tra due denti adiacenti, una conformazione molto comune non solo nell’uomo ma anche in numerose specie di mammiferi.

Il diastema ai denti spesso si caratterizza per l’essere uno spazio tra i denti incisivi superiori, ma può essere presente anche in altre zone delle arcate dentarie, come ad esempio tra i molari.

Se volessimo fare una distinzione molto semplice, potremmo dire che esistono due principali categorie di diastemi dentali:

  • quelli presenti nel cavo orale del bambino, ossia tra i denti decidui (prestate molta attenzione all’atto del succhiarsi il pollice. La spinta derivata dalla suzione con il tempo può generare un allontanamento tra i dentini);
  • quelli presenti nel cavo orale dell’adulto, ossia tra i denti permanenti.

Quali cause possono generare un diastema dentale

eddie murphy attore con diastema dentaleQuesto spazio tra i denti può essersi formato per varie cause, tra le più comuni consideriamo le seguenti:

  • solitamente si tratta di una caratteristica genetica, può essere quindi vista a tutti gli effetti come una particolarità fisica che si eredita dai genitori, come ad esempio l’essere alti o avere i capelli biondi;
  • il diastema può derivare da una particolare condizione fisica, come ad esempio:
    • uno scompenso nel rapporto tra mascella (particolarmente grande) e dentatura insolitamente piccola (casi di microdonzia), dove i denti, a causa del troppo spazio a disposizione, tendono a separarsi tra loro;
    • la mancanza di uno o più denti, che con il passare del tempo porta alla separazione di quelli rimanenti nel tentativo di riempire il vuoto presente;
    • la presenza di alcuni denti in sovrannumero, che tendono a far allontanare tra loro quelli presenti nella corretta posizione.
  • può essere causato anche da una condizione patologica, come ad esempio tumori o cisti presenti tra i denti che non consentono il regolare posizionamento;
  • può essere diretta conseguenza di un’estrazione dentale dovuta a malattie purtroppo molto comuni, come ad esempio le parodontiti;
  • può essere anche causato dalla spinta della lingua verso gli incisivi superiori o inferiori, che con il tempo portano ad uno spostamento degli stessi;
  • può, infine, anche essere dovuto alla conformazione del frenulo labiale, un tessuto di collegamento tra labbra e mucosa alveolare. La sua lunghezza o eccessivo spessore possono creare un’azione di disturbo agli incisivi superiori, contribuendo al loro allontanamento.

Tipologie di disturbi collegati al diastema dentale

ronaldo luis nazario da lima con diastema ai dentiLa presenza di un diastema dentale, o fessura tra i denti, non è necessariamente una problematica che necessita di un trattamento (si può comunque ricorrervi e ne parleremo tra poco). Molto dipende anche dall’ampiezza dello spazio, che in certi casi può essere talmente piccolo da diventare trascurabile.

Molte celebrità hanno questa fessura tra i denti, tant’è che i loro diastemi dentali sono emblematici dei loro sorrisi (basti pensare a Madonna, Eddie Murphy, oppure a Ronaldo).

Tuttavia nella popolazione spesso è una caratteristica che viene vista alla stregua di un difetto estetico da eliminare.

Come abbiamo visto le problematiche estetiche sono considerate molto importanti per il ruolo sociale che un bel sorriso ha, anche per questo non mancano trattamenti per la cura dell’estetica dentale come lo sbiancamento professionale o l’inserimento di faccette dentali).

Ecco perchè molti pazienti si rivolgono ai propri dentisti per modificare il sorriso in modo da non avere più questo spazio tra i denti causato dal diastema.

Questione diversa è l’analisi dei disturbi patologici collegati al diastema dentale.

Come ormai sappiamo l’avere i denti staccati comporta il rubare spazio, che potrebbe servire per il corretto allineamento dei denti non interessati; di conseguenza il diastema dentale può diventare con il tempo una delle cause dell’aggravamento di patologie dentali come le malocclusioni (correlate anche a problematiche funzionali non irrilevanti, come difficoltà nella corretta masticazione e digestione, ma anche problematiche posturali, e che è opportuno trattare con il riallineamento del cavo orale, anche servendosi dell’uso di mascherine per denti).

Diastema: rimedi e trattamenti per la sua chiusura

georgia jagger modella con diastema dentaleLa prima considerazione da fare è quella di essere molto sicuri di voler modificare il proprio aspetto, dato che il diastema sui denti superiori centrali, che porta ad avere incisivi separati, è un dettaglio del proprio sorriso molto particolare e privarsene può non essere sempre una scelta azzeccata.

Tuttavia, per chi proprio volesse apparire diversamente, esistono varie strategie per eliminare il o i diastemi dentali anteriori a fini estetici.

Terapia conservativa del diastema

La prima, la più semplice e veloce, è tramite una terapia conservativa, ossia andando ad applicare una resina composita dello stesso colore dei denti in modo da aumentare le superfici dei denti e andando così ad effettuare la chiusura del diastema.

Si tratta di una procedura che il dentista può eseguire in una o due sedute, secondo la metodica tecnica che userà.

Se la esegue in una singola seduta, farà il tutto a mano libera, se lo farà in due sedute, nella prima prenderà una impronta da cui verrà sviluppato il modello in gesso del paziente.

Su questo modello l’odontotecnico eseguirà una modifica in cera dei denti e prenderà uno stampo che poi sarà utilizzato dal dentista nella seconda seduta come guida per ricreare un sorriso perfettamente armonico nelle forme e nel rapporto tra i vari denti.

Terapia ortodontica del diastema

Un altra strategia che può essere utilizzata è la terapia ortodontica, che poi è la strategia più lunga, dove l’ortodonzista creerà un apparecchio per diastema che sposterà i denti fino a che essi non andranno a contatto, senza quindi modificare in alcun modo la loro superficie.

Ovviamente non sempre è possibile eseguire il trattamento con un apparecchio per diastema, perché non sempre si può giungere ad una perfetta sintesi tra estetica voluta dal paziente e funzionalità masticatoria.

Applicazione di faccette dentali

Un altro tipo di strategia per la cura dei denti staccati, che ha avuto un enorme successo negli Stati Uniti, ma ancor di più nel Sud America, è l’applicazione di faccette dentali. Esse possono essere considerate come delle lenti a contatto che vengono incollate sui denti e che modificano quindi la loro superficie in modo da ricreare un sorriso perfettamente armonico.

Le faccette possono essere applicate sugli incisivi separati, semplicemente incollando il manufatto sui denti, o eseguendo una limatura di essi prima di fare un impronta e poi cementarle sui denti così preparati.

La scelta di uno dei due metodi è data soprattutto dal tipo di modifica che il paziente vuole fare e dalla conformazione e distribuzione dei denti nell’arcata per ricreare un sorriso armonico.

Eliminare il diastema agli incisivi? Rivolgiti a DentalComp!

Il team di professionisti odontoiatri della Clinica Odontoiatrica DentalComp di Grosseto ha grande esperienza nella cura anche di problematiche estetiche come il diastema dentale.

Potete rivolgervi al nostro studio dentistico senza indugi! Ci troviamo a Grosseto, in Via Aurelia Nord, 219. Contattaci allo 0564 453846, o compila il seguente form per richiederci informazioni.

[]
1 Step 1
Nome
Cognome
Telefono
call e0b0
Messaggio
0 /
keyboard_arrow_leftPrevious
Nextkeyboard_arrow_right
FormCraft - WordPress form builder
Dr. Davide De Rosa Palmini
Back To Top