skip to Main Content
0564 453846 info@dentalcomp.it Via Aurelia Nord, 219 - Grosseto GR 58100
Impianto Dentale Dolorante: Cause, Modalità Di Prevenzione E Rimedi

Impianto dentale dolorante: cause, modalità di prevenzione e rimedi

Dolore all’impianto dentale dopo intervento: quali complicanze può generarlo

Un paziente che ha eseguito una terapia implantare può andare incontro a varie complicanze che possono nascere nel tempo per vari motivi. Il sintomo che spesso accomuna quasi tutte queste complicanze è sentire dolore all’impianto dentale.

Dobbiamo sempre ricordare che l’intervento di inserimento di un impianto dentale comporta il dover seguire una procedura che prevede tutta una serie di accortezze post intervento (abbiamo visto come avviene, ad esempio, la procedura a carico immediato). Non bisogna preoccuparsi se si avverte del dolore o fastidio all’impianto dentale a distanza di poche ore o giorni dall’intervento, l’importante è sempre mantenere una linea di contatto con il proprio studio odontoiatrico, così da sapere sempre come comportarsi, inoltre ci si deve sempre attenere alle prescrizioni stabilite e fare le opportune visite di controllo, così da poter guarire completamente in un periodo compreso tra i tre ed i sei mesi.

Va anche detto che il non seguire le indicazioni ed il trascurare il presentarsi di eventuali complicanze può essere davvero deleterio per la buona riuscita dell’intervento di implantologia.

Prima di trattare nello specifico la tematica dell’impianto dentale dolorante, facciamo chiarezza e andiamo ad analizzare le varie complicanze che si possono riscontrare post intervento di inserimento di un impianto.

Nel periodo di tempo successivo all’inserimento di un impianto dentale si può avere un’infezione del sito implantare dovuta ad una non perfetta guarigione. Le cause di ciò si possono trovare:

  • in una cattiva igiene post chirurgia orale che facilita l’ingresso della placca batterica nella ferita andando ad intaccare il processo di osteointegrazione;
  • un trauma come un colpo nel sito implantare.

Impianto dentale: dolore e gonfiore causato dalla perimplantite

uomo dolorante post inserimento impianto dentaleLe complicanze nel lungo termine invece sono più varie e insidiose da identificare e curare, ognuna di loro crea dolore e gonfiore in corrispondenza dell’ impianto o impianti dentali.

La più temuta da dentisti e pazienti è sicuramente la perimplantite ossia un’infezione che coinvolge il tessuto osseo che aderisce all’ impianto.

Le cause che portano alla formazione della perimplantite sono molteplici, ma in primo luogo troviamo sempre la placca dentale che si può accumulare in zone alla base della corona implantare (dovuta ad una non corretta anatomia di essa, che a sua volta può essere determinata da una cattiva posizione dell’ impianto).

Ovviamente anche l’igiene orale domestica da parte del paziente è determinante in questo aspetto perché anche con una forma perfetta della corona dentale e una posizione ottimale di esso si potrà comunque avere un’infezione causata da placca e detriti alimentari dovuta ad una non detenzione abituale della zona (che può generare una carie dentale). Fondamentale in questo aspetto è la disciplina che impegna il paziente nella detenzione dei suoi impianti dentali, ma anche nella costanza di recarsi presso il proprio studio dentistico di fiducia per eseguire un’igiene professionale ogni 6 mesi e periodicamente una pulizia dell’impianto dentale con smontaggio della parte protesica per una migliore igiene e un controllo di essa soprattutto nei casi di protesi avvitate su più impianti.

Le perimplantiti causano dolore e gonfiore all’impianto dentale in quanto si genera un’infezione ossea che è molto dolorosa e può sviluppare ascessi purulenti ben visibili.

La cura della perimplantite è al momento oggetto di molti studi scientifici ma ad oggi non esiste una terapia ben precisa e codificata, eccetto una serie di trattamenti derivati dalla esperienza clinica dei professionisti.

Impianto dentale dolorante a causa di una mucosite

trattamento per curare la mucosite implantareUna complicanza meno pericolosa ma che necessita comunque di essere combattuta è la cosiddetta mucosite, ossia una infiammazione dei tessuti perimplantari senza interessamento del tessuto osseo.

La caratteristica principale della mucosite è il suo essere reversibile con restituito ad integrum, ossia che se curata in tempo non crea nessun danno e si può avere una guarigione del 100% senza esiti negativi.

La mucosite si sviluppa come la perimplantite, a causa di accumuli di placca intorno alla corona dentale con conseguente percezione di dolore all’impianto dentale da parte del paziente. In questi casi basta una buona igiene professionale per la completa risoluzione del problema.

Impianto dentale che fa male per cause meccaniche

Un impianto dentale dolorante può risultare anche da cause meccaniche che nel lungo termine possono portare alla sua perdita; queste cause sono da ricercare in uno sforzo eccessivo che deve sopportare l’impianto stesso.

Il dentista, quando avvita una corona o una protesi su un impianto, deve sempre bilanciare bene la masticazione in modo che non ci siano sforzi eccessivi. Questo porta ad un riassorbimento osseo intorno all’impianto e conseguente dolore durante la masticazione da parte del paziente ma anche ad una frattura degli elementi che compongono l’impianto dentale o addirittura alla frattura dello stesso impianto.

struttura grafica di un impianto dentaleSe si ha fortuna e si frattura un componente sostituibile si può ovviare a queste problematiche solo con uno spavento, ma nei casi peggiori il dolore all’impianto dentale è tale che si rischia di doverlo rimuovere completamente.

Le cause meccaniche sono, tuttavia, abbastanza rare, e per evitare di avere dolore all’impianto dentale dopo l’intervento, la cosa più importante di tutte per il paziente è la corretta igiene sia nel breve che nel lungo e lunghissimo termine.

Questo è un tasto su cui noi dentisti non smetteremo mai di premere perché come si può dedurre è la causa principale che crea dolore sugli impianti ed è responsabile di tante complicanze, risolvibili nei casi più fortunati, ma di difficile soluzione quando si va troppo in la con il tempo, con conseguente tragica decisione di dover rimuovere interamente l’impianto.

Per tale motivo il paziente sottoposto a terapia implantare deve seguire una ferrea programmazione dei controlli e delle sedute di igiene professionale ogni 6 mesi dal dentista e una routine quotidiana di detersione delle protesi implantari ogni volta dopo i pasti attraverso uso di scovolini, idropulsori spazzolini elettrici e non, e filo superfloss per evitare di avere dolore all’impianto dentale e per far durare il più possibile i lavori protesici eseguiti su impianti.

Presso lo studio dentistico di Grosseto DentalComp ci occupiamo di prevenire e trattare le eventuali complicanze post-intervento che possono causare dolore all’impianto dentale. Contattateci per prenotare una visita, saremo lieti di prenderci cura della salute del vostro cavo orale!

Dr. Davide De Rosa Palmini
Back To Top